Riverniciatura sedili auto

Fai risplendere di nuova vita gli interni auto

Quando la pelle o il tessuto degli interni sono tagliati, graffiati o logorati, fanno perdere valore all’intera automobile. Diventa quindi indispensabile intervenire. Ma non sempre è necessario sostituire la preziosa pelle originale: con Fenice puoi ricostruire la rifinizione dei sedili in modo sicuro ed efficiente.

Un’operazione doppiamente vantaggiosa, perché è più economica rispetto alla sostituzione del pellame e perché permette di salvaguardare il valore degli interni originali.

È consigliabile procedere con la rifinizione completa di un interno auto in queste situazioni:

  • Qualora presentino danni diffusi
  • Se lo sporco fosse penetrato a tal punto da non essere più pulibile senza asportare parte della precedente rifinizione
  • Se dopo tanti anni di utilizzo la precedente rifinizione risultasse usurata.

Di seguito, cliccando su ogni passaggio vi proponiamo una spiegazione più dettagliata (vi suggeriamo di seguire attentamente le istruzioni e di leggere le descrizioni di ciascun prodotto):

Fai risplendere di nuova vita gli interni auto

Quando la pelle o il tessuto degli interni sono tagliati, graffiati o logorati, fanno perdere valore all’intera automobile. Diventa quindi indispensabile intervenire. Ma non sempre è necessario sostituire la preziosa pelle originale: con Fenice puoi ricostruire la rifinizione dei sedili in modo sicuro ed efficiente.

Un’operazione doppiamente vantaggiosa, perché è più economica rispetto alla sostituzione del pellame e perché permette di salvaguardare il valore degli interni originali.

È consigliabile procedere con la rifinizione completa di un interno auto in queste situazioni:

  • Qualora presentino danni diffusi
  • Se lo sporco fosse penetrato a tal punto da non essere più pulibile senza asportare parte della precedente rifinizione
  • Se dopo tanti anni di utilizzo la precedente rifinizione risultasse usurata.

Di seguito, cliccando su ogni passaggio vi proponiamo una spiegazione più dettagliata (vi suggeriamo di seguire attentamente le istruzioni e di leggere le descrizioni di ciascun prodotto):

Accurata pulizia

FASE 1: PULIRE E SGRASSARE

A. Le macchie ed il grasso impediscono alla nuova rifinizione di agganciarsi perfettamente alla pelle. Come prima cosa rimuovere lo sporco superficiale pulendo il sedile con la Spugna Togli Macchia imbevuta di Pulitore Forte, strofinare con movimenti circolari. Rimuovere il prodotto in eccesso con della carta assorbente o con un panno pulito e asciutto quindi lasciare asciugare. Il trattamento con Sgrassante per Pelle e Tessuto è fortemente raccomandato in particolare su parti quali pomello, poggiatesta, braccioli e volante, più soggette all’assorbimento di grasso. Spruzzare un abbondante strato di Sgrassante per Pelle e Tessuto sulle parti interessate e lasciarlo agire per almeno 4 ore. Durante tale periodo il prodotto forma uno strato di polvere bianca che assorbe il grasso dalla pelle. Non asciugare con il termosoffiatore, poiché inibirebbe l’azione sgrassante del prodotto. Rimuovere la polvere dalla pelle, usando un aspirapolvere dotato di spazzola morbida e poi una spugna asciutta.

B. Procedere quindi con il Pulitore al Solvente per Pelli per pulire completamente la pelle e permettere una migliore adesione. Applicare con un panno o della carta assorbente, cambiandoli con frequenza per un’azione più efficace quindi rimuovere eventuali residui con il Pulitore Forte.

 

A. Pulitore Forte Sgrassante per Pelle e Tessuto (solo se necessario)
B. Pulitore al Solvente per Pelli

Chiusura di eventuali crepi e parziale rimozione della rifinizione precedente che può aver assorbito sporcizia, grasso e macchie

FASE 2: RENDERE LISCIA LA SUPERFICIE E RIPARARE I GRAFFI

A. Innanzitutto incollare i lembi rialzati della pelle utilizzando Leather Glue WB – Colla. Applicare la colla con una spatola andando dentro il graffio. Tenere uniti i lembi per circa un minuto. Rimuovere la colla in eccesso. Lasciare asciugare per circa un’ora.

B. Per parti usurate che richiedano una necessaria riparazione, applicare il Mender – Stucco, una pasta bianca specifica per riempire eventuali screpolature. Il prodotto va mescolato con un massimo del 10% di Base Colorata Concentrata o Base Colorata, propriamente campionate (o leggermente più scure) per permettere una più facile copertura della riparazione. Nella cassetta degli attrezzi abbiamo aggiunto una Mazzetta Pelli ed un Foglio Ricette per facilitare la corrispondenza dei colori. Selezionare dalla Mazzetta Pelli il colore il più vicino possibile al colore da campionare, sul retro della pelle leggere la formulazione di colore corrispondente nel Foglio Ricette. Il Mender – Stucco va applicato con una spatola o una tesserina di plastica rigida. Riempire le screpolature della pelle senza lasciare un eccesso di prodotto sulla superficie. Lasciare asciugare per almeno 4 ore, possibilmente per una notte. Non asciugare con il termosoffiatore, poiché ciò comprometterebbe l’adesione e le proprietà del prodotto.

C. In presenza di graffi superficiali, utilizzare il Riparatore per Abrasioni. Applicare il prodotto sul punto danneggiato con una spatola. Usare piccole quantità di prodotto per creare un velo sottile. Possono essere necessarie più applicazioni. Asciugare con il termosoffiatore.

Una volta asciutto il Mender – Stucco o il Riparatore per Abrasioni, carteggiare leggermente con Carta Abrasiva 400-800 per eliminare eventuali eccessi di prodotto e rendere la superficie più liscia. Rimuovere i residui di sporco con un panno o con un aspirapolvere dotato di spazzola morbida. A questo punto dovreste avere una superficie liscia. Se così non fosse, ripetere l’operazione.

A. Leather Glue WB – Colla
B. Mender – Stucco (per crepi profondi)
C. 
Riparatore per Abrasioni (per abrasioni superficiali)

Spruzzatura di un aggrappante o promotore di adesione, che si occupa di formare un legame forte tra la pelle e la nuova rifinizione

FASE 3: GARANTIRE L’ADESIONE

A. Per consentire l’adesione, miscelare il Promotore di Adesione a base acquosa con il 7-8% di Eco Catalizzatore o 1-3% di Catalizzatore AZ5, oppure usare il Promotore di Adesione S, a base solvente, già pronto all’uso. Coprire con un nastro tutte le parti che non si desidera colorare. Applicare il prodotto a spugna nelle aree più difficili quindi spruzzare 1-2 mani leggere. Asciugare subito le pieghe del sedile con un termosoffiatore per evitare che si attacchino l’una con l’altra. Ora la superficie del sedile si presenterà leggermente appiccicosa. Consigliamo di eseguire quanto prima i punti 4 e 5, meno tempo passa tra le operazioni descritte ai punti 3, 4 e 5 migliore sarà il risultato 1.

(NOTE 1) L’Eco Catalizzatore o il Catalizzatore AZ5 creano dei forti legami fra la superficie della pelle ed il Promotore di Adesione, garantendo un ottimo ancoraggio. Applicare la Base Colorata Concentrata o la Base Colorata immediatamente dopo che il Promotore di Adesione risulti asciutto al tatto. Questo permetterà la creazione di legami forti fra i due strati ad opera del catalizzatore. Qualsiasi prodotto miscelato con il catalizzatore deve essere utilizzato entro 8 ore.

A. Promotore di Adesione + 7-8% Eco-Catalizzatore o 1-3% Catalizzatore AZ5 oppure
Promotore di Adesione S

Spruzzatura di uno strato colorato che maschera tutti i difetti o macchie residue, lasciando la pelle come nuova

FASE 4: COLORARE IL SEDILE

A. Il sedile ora è pronto per essere colorato. Probabilmente avete già trovato il colore del sedile mescolando i toni del pigmento necessario di Base Colorata Concentrata o Base Colorata quando avete applicato Mender – Stucco, altrimenti fatelo adesso (vedi Fase 2).

Mescolare Base Colorata Concentrata o Base Colorata con il 3-5% di Legante per Colore, un additivo impregnante che migliora notevolmente l’adesione! Se opportuno applicare il prodotto a spugna su tutta la pelle, specialmente nelle zone difficili. Poi procedere con 1-2 mani leggere a spruzzo. Per accelerare l’asciugatura, utilizzare un termosoffiatore.

A. Base Colorata Concentrata o Base Colorata + Legante per Colori

Spruzzatura di un fissativo trasparente che fa da barriera contro gli attacchi esterni e conferisce alla pelle l’aspetto ed il tatto finale

FASE 5: SIGILLARE E PROTEGGERE LA PELLE

A. Fissare il colore è l’ultimo passo per proteggerlo, garantendo che non vi siano trasferimenti e donando alla pelle le necessarie proprietà fisiche. Osservate la pelle e decidete che grado di lucentezza dare al sedile in pelle. Il Fissativo è disponibile nelle versioni Lucido e Opaco, miscelabili tra loro in ogni proporzione. E’ importante ricordare che una rifinizione opaca nasconde meglio i difetti e dona un aspetto più naturale. Una volta scelto il grado di lucentezza desiderato, eventualmente miscelando i due fissativi, è possibile ottenere la mano desiderata, aggiungendo non più del 3% di Tatto Setoso (modificatore di tatto, mano setosa) o Tatto Gommoso(modificatore di tatto, mano frenante). Aggiungere il 7-8% di Eco Catalizzatoreo l’1-3 % di Catalizzatore AZ5 per garantire le necessarie proprietà fisiche. Molto importante è miscelare bene i componenti. Applicare a spugna nelle zone più difficili, poi spruzzare 1-2 mani leggere. Utilizzare un termosoffiatore per velocizzare l’asciugatura. Se necessario spruzzare un secondo strato non appena il primo è asciutto. La resistenza agli sfregamenti può essere controllata dopo 48 ore, strofinando la pelle asciutta con un panno bianco imbevuto d’acqua e verificando che il colore non si trasferisca. La miscela fissativo e catalizzatore deve essere utilizzata entro 8 ore.

Per conferire alla pelle un profumo naturale, aggiungere Essenza Profumata in una quantità pari allo 0,3% del peso totale della miscela finale. Applicare Protettivo per Pelli, se possibile, lasciare il divano appena restaurato a riposo per un paio di giorni.

Ora i vostri sedili auto rinnovati vi permetteranno di godere di anni di confort, grazie ai prodotti per carrozzeria Fenice, sicuri, facili da usare e rispettosi dell’ambiente.

A. Fissativo Lucido o Fissativo Opaco + Eco-Catalizzatore o Catalizzatore AZ5 + Tatto Setoso o Gommoso (modificatore di tatto) + Essenza Profumata (per conferire un profumo più naturale alla pelle).

Accurata pulizia

FASE 1: PULIRE E SGRASSARE

A. Le macchie ed il grasso impediscono alla nuova rifinizione di agganciarsi perfettamente alla pelle. Come prima cosa rimuovere lo sporco superficiale pulendo il sedile con la Spugna Togli Macchia imbevuta di Pulitore Forte, strofinare con movimenti circolari. Rimuovere il prodotto in eccesso con della carta assorbente o con un panno pulito, asciutto quindi asciare asciugare. Il trattamento con Sgrassante per Pelle e Tessuto è fortemente raccomandato in particolare su parti quali pomello, poggiatesta, braccioli e volante, più soggette all’assorbimento di grasso. Spruzzare un abbondante strato di Sgrassante per Pelle e Tessuto sulle parti interessate e lasciarlo agire per almeno 4 ore. Durante tale periodo il prodotto forma uno strato di polvere bianca che assorbe il grasso dalla pelle. Non asciugare con il termosoffiatore, poiché inibirebbe l’azione sgrassante del prodotto. Rimuovere la polvere dalla pelle, usando un aspirapolvere dotato di spazzola morbida e poi una spugna asciutta.

B. Procedere quindi con il Pulitore al Solvente per Pelli per pulire completamente la pelle e permettere una migliore adesione. Applicare con un panno o della carta assorbente, cambiandoli con frequenza per un’azione più efficace quindi rimuovere eventuali residui con il Pulitore Forte.

 

A. Pulitore Forte Sgrassante per Pelle e Tessuto (solo se necessario)
B. Pulitore al Solvente per Pelli

Chiusura di eventuali crepi e parziale rimozione della rifinizione precedente che può aver assorbito sporcizia, grasso e macchie

FASE 2: RENDERE LISCIA LA SUPERFICIE E RIPARARE I GRAFFI

A. Innanzitutto di incollare i lembi rialzati della pelle utilizzando Leather Glue WB – Colla. Applicare la colla con una spatola andando dentro il graffio. Tenere uniti i lembi per circa un minuto. Rimuovere la colla in eccesso. Lasciare asciugare per circa un’ora.

B. Per parti usurate che richiedano una necessaria riparazione, applicare il Mender – Stucco, una pasta bianca specifica per riempire eventuali screpolature. Il prodotto va mescolato con un massimo del 10% di Base Colorata Concentrata o Base Colorata, propriamente campionate (o leggermente più scure) per permettere una più facile copertura della riparazione. Nella cassetta degli attrezzi abbiamo aggiunto una Mazzetta Pelli ed un Foglio Ricetteper facilitare la corrispondenza dei colori. Selezionare dalla Mazzetta Pelli il colore il più vicino possibile al colore da campionare, sul retro della pelle leggere la formulazione di colore corrispondente nel Foglio Ricette. Il Mender – Stucco va applicato con una spatola od una tesserina di plastica rigida. Riempire le screpolature della pelle senza lasciare un eccesso di prodotto sulla superficie. Lasciare asciugare per almeno 4 ore, possibilmente per una notte. Non asciugare con il termosoffiatore, poiché ciò comprometterebbe l’adesione e le proprietà del prodotto.

C. In presenza di graffi superficiali, utilizzare il Riparatore per Abrasioni. Applicare il prodotto sul punto danneggiato con una spatola. Usare piccole quantità di prodotto per creare un velo sottile. Possono essere necessarie più applicazioni. Asciugare con il termosoffiatore.

Una volta asciutto il Mender – Stucco o il Riparatore per Abrasioni, carteggiare leggermente con Carta Abrasiva 400-800 per eliminare eventuali eccessi di prodotto e rendere la superficie più liscia. Rimuovere i residui di sporco con un panno o con un aspirapolvere dotato di spazzola morbida. A questo punto dovreste avere una superficie liscia. Se così non fosse, ripetere l’operazione.

A. Leather Glue WB – Colla
B. Mender – Stucco (per crepi profondi)
C. 
Riparatore per Abrasioni (per abrasioni superficiali)

Spruzzatura di un aggrappante o promotore di adesione, che si occupa di formare un legame forte tra la pelle e la nuova rifinizione

FASE 3: GARANTIRE L’ADESIONE

A. Per consentire l’adesione, miscelare il Promotore di Adesione a base acquosa con il 7-8% di Eco Catalizzatore o 1-3% di Catalizzatore AZ5, oppure usare il Promotore di Adesione S, a base solvente, già pronto all’uso. Coprire con un nastro tutte le parti che non si desidera colorare. Applicare il prodotto a spugna nelle aree più difficili quindi spruzzare 1-2 mani leggere. Asciugare subito le pieghe del sedile con un termosoffiatore per evitare che si attacchino l’una con l’altra. Ora la superficie del sedile si presenterà leggermente appiccicosa. Consigliamo di eseguire quanto prima i punti 4 e 5, meno tempo passa tra le operazioni descritte ai punti 3, 4 e 5 migliore sarà il risultato 1.

(NOTE 1) L’Eco Catalizzatore o il Catalizzatore AZ5 creano dei forti legami fra la superficie della pelle ed il Promotore di Adesione, garantendo un ottimo ancoraggio. Applicare la Base Colorata Concentrata o la Base Colorata immediatamente dopo che il Promotore di Adesione risulti asciutto al tatto. Questo permetterà la creazione di legami forti fra i due strati ad opera del catalizzatore. Qualsiasi prodotto miscelato con il catalizzatore deve essere utilizzato entro 8 ore.

A. Promotore di Adesione + 7-8% Eco-Catalizzatore o 1-3% Catalizzatore AZ5 oppure
Promotore di Adesione S

Spruzzatura di uno strato colorato che maschera tutti i difetti o macchie residue, lasciando la pelle come nuova

FASE 4: COLORARE IL SEDILE

A. Il sedile ora è pronto per essere colorato. Probabilmente avete già trovato il colore del sedile mescolando i toni del pigmento necessario di Base Colorata Concentrata o Base Colorata quando avete applicato Mender – Stucco, altrimenti fatelo adesso (vedi Fase 2).

Mescolare Base Colorata Concentrata o Base Colorata con il 3-5% di Legante per Colore, un additivo impregnante che migliora notevolmente l’adesione! Se opportuno applicare il prodotto a spugna su tutta la pelle, specialmente nelle zone difficili. Poi procedere con 1-2 mani leggere a spruzzo. Per accelerare l’asciugatura, utilizzare un termosoffiatore.

A. Base Colorata Concentrata o Base Colorata + Legante per Colori

Spruzzatura di un fissativo trasparente che fa da barriera contro gli attacchi esterni e conferisce alla pelle l’aspetto ed il tatto finale

FASE 5: SIGILLARE E PROTEGGERE LA PELLE

A. Fissare il colore è l’ultimo passo per proteggerlo, garantendo che non vi siano trasferimenti e donando alla pelle le necessarie proprietà fisiche. Osservate la pelle e decidete che grado di lucentezza dare al sedile in pelle. Il Fissativo è disponibile nelle versioni Lucido e Opaco, miscelabili tra loro in ogni proporzione. E’ importante ricordare che una rifinizione opaca nasconde meglio i difetti e dona un aspetto più naturale. Una volta scelto il grado di lucentezza desiderato, eventualmente miscelando i due fissativi, è possibile ottenere la mano desiderata, aggiungendo non più del 3% di Tatto Setoso (modificatore di tatto, mano setosa) o Tatto Gommoso(modificatore di tatto, mano frenante). Aggiungere il 7-8% di Eco Catalizzatoreo l’1-3 % di Catalizzatore AZ5 per garantire le necessarie proprietà fisiche. Molto importante è miscelare bene i componenti. Applicare a spugna nelle zone più difficili, poi spruzzare 1-2 mani leggere. Utilizzare un termosoffiatore per velocizzare l’asciugatura. Se necessario spruzzare un secondo strato non appena il primo è asciutto. La resistenza agli sfregamenti può essere controllata dopo 48 ore, strofinando la pelle asciutta con un panno bianco imbevuto d’acqua e verificando che il colore non si trasferisca. La miscela fissativo ed catalizzatore deve essere utilizzata entro 8 ore.

Per conferire alla pelle un profumo naturale, aggiungere Essenza Profumata in una quantità pari allo 0,3% del peso totale della miscela finale. Applicare Protettivo per Pelli, se possibile, lasciare il divano appena restaurato a riposo per un paio di giorni.

Ora i vostri sedili auto rinnovati vi permetteranno di godere di anni di confort, grazie ai prodotti per carrozzeria Fenice, sicuri, facili da usare e rispettosi dell’ambiente.

A. Fissativo Lucido o Fissativo Opaco + Eco-Catalizzatore o Catalizzatore AZ5 + Tatto Setoso o Gommoso (modificatore di tatto) + Essenza Profumata (per conferire un profumo più naturale alla pelle).

Cos’è la rifinizione?

Possiamo avere tre tipi di rifinizione:

  1. Una rifinizione creata utilizzando coloranti trasparenti (aniline), utilizzata soprattutto su pelli pregiate prive di segni naturali. Questa rifinizione è molto naturale e trasparente, ma lascia la pelle esposta all’aggressione degli insudicianti pertanto deve essere utilizzata solo per pelli tenute in ambito protetto (ad esempio salotti molto pregiati, è sconsigliata per interni auto anche per la poca resistenza allo scolorimento da irradiazione solare)
  2. Una rifinizione che utilizza prima dei coloranti coprenti (pigmenti), su cui viene poi applicato uno strato trasparente (fissativo) che ha il compito di proteggere la pelle e di renderla resistente agli attacchi esterni.
  3. Lo scamosciato, che è morbidissimo, naturale ed assai piacevole, ma estremamente delicato, tanto che non può assolutamente essere utilizzato nelle auto ed ormai è poco utilizzato anche per i salotti, sostituito da tessuti in microfibra che sono di manutenzione molto più semplice.

Le rifinizioni anilina e pigmentata possono essere parzialmente rimosse e poi ripristinate con una nuova rifinizione pigmentata che fa tornare praticamente nuova la pelle. Fenice utilizza per la ricostruzione della rifinizione i prodotti tecnologicamente più avanzati e performanti che già fornisce alle concerie, in modo da garantire alla pelle rinnovata le massime prestazioni disponibili per le pelli nuove, in termini di morbidezza e resistenza.

Cos’è la rifinizione?

Possiamo avere tre tipi di rifinizione:

  1. Una rifinizione creata utilizzando coloranti trasparenti (aniline), utilizzata soprattutto su pelli pregiate prive di segni naturali. Questa rifinizione è molto naturale e trasparente, ma lascia la pelle esposta all’aggressione degli insudicianti pertanto deve essere utilizzata solo per pelli tenute in ambito protetto (ad esempio salotti molto pregiati, è sconsigliata per interni auto anche per la poca resistenza allo scolorimento da irradiazione solare)
  2. Una rifinizione che utilizza prima dei coloranti coprenti (pigmenti), su cui viene poi applicato uno strato trasparente (fissativo) che ha il compito di proteggere la pelle e di renderla resistente agli attacchi esterni.
  3. Lo scamosciato, che è morbidissimo, naturale ed assai piacevole, ma estremamente delicato, tanto che non può assolutamente essere utilizzato nelle auto ed ormai è poco utilizzato anche per i salotti, sostituito da tessuti in microfibra che sono di manutenzione molto più semplice.

Le rifinizioni anilina e pigmentata possono essere parzialmente rimosse e poi ripristinate con una nuova rifinizione pigmentata che fa tornare praticamente nuova la pelle. Fenice utilizza per la ricostruzione della rifinizione i prodotti tecnologicamente più avanzati e performanti che già fornisce alle concerie, in modo da garantire alla pelle rinnovata le massime prestazioni disponibili per le pelli nuove, in termini di morbidezza e resistenza.

Il ripristino della rifinizione

Adesione

Quando è necessaria una buona adesione?

A volte questo problema può insorgere durante le operazioni di ritocco di un articolo in pelle. In particolare quando si lavora su una pelle già rifinita, è necessario assicurarsi che i prodotti aderiscano perfettamente alla rifinizione precedente. Pelli rifinite da lungo tempo possono presentare diversi problemi di adesione dovuti a sporco, grasso o a rifinizioni reticolate o scadenti. Risulta quindi molto importante controllare sempre l’adesione dopo l’applicazione di ciascun prodotto, soprattutto dopo l’applicazione della prima copertura e dopo aver ben pulito la pelle.

Come si può ottenere una buona adesione?

Se l’adesione non è sufficiente, come prima cosa è necessario applicare un prodotto specifico sulla pelle. Uno strato di Promotore di Adesione diluito in acqua e catalizzato è di solito sufficiente per ottenere buoni risultati. Promotore di Adesione S è un prefondo d’aggancio molto performante, pronto all’uso senza necessità di aggiungere il catalizzatore, un’ottima alternativa nel caso in cui sia possibile utilizzare un prodotto a base solvente. Infine, l’applicazione della miscela Legante per Colori / Basi Colorate Concentrate o Basi Colorate, garantisce eccezionale adesione anche alle superfici più problematiche.

Come si può ottenere una buona adesione?

Per controllare il livello di adesione tutto ciò che vi serve è un forte nastro adesivo trasparente (quello largo da pacchi va benissimo). Fate aderire bene il nastro alla superficie della pelle, quando questa risulta completamente asciutta da almeno 4 ore. Staccate velocemente il nastro e osservate se ci sono tracce di colore su di esso. Se risultano tracce di colore, l’adesione non è sufficiente ed è necessario ricominciare.

Il ripristino della rifinizione

Adesione

Quando è necessaria una buona adesione?

A volte questo problema può insorgere durante le operazioni di ritocco di un articolo in pelle. In particolare quando si lavora su una pelle già rifinita, è necessario assicurarsi che i prodotti aderiscano perfettamente alla rifinizione precedente. Pelli rifinite da lungo tempo possono presentare diversi problemi di adesione dovuti a sporco, grasso o a rifinizioni reticolate o scadenti. Risulta quindi molto importante controllare sempre l’adesione dopo l’applicazione di ciascun prodotto, soprattutto dopo l’applicazione della prima copertura e dopo aver ben pulito la pelle.

Come si può ottenere una buona adesione?

Se l’adesione non è sufficiente, come prima cosa è necessario applicare un prodotto specifico sulla pelle. Uno strato di Promotore di Adesione diluito in acqua e catalizzato è di solito sufficiente per ottenere buoni risultati. Promotore di Adesione S è un prefondo d’aggancio molto performante, pronto all’uso senza necessità di aggiungere il catalizzatore, un’ottima alternativa nel caso in cui sia possibile utilizzare un prodotto a base solvente. Infine, l’applicazione della miscela Legante per Colori / Basi Colorate Concentrate o Basi Colorate, garantisce eccezionale adesione anche alle superfici più problematiche.

Come si può ottenere una buona adesione?

Per controllare il livello di adesione tutto ciò che vi serve è un forte nastro adesivo trasparente (quello largo da pacchi va benissimo). Fate aderire bene il nastro alla superficie della pelle, quando questa risulta completamente asciutta da almeno 4 ore. Staccate velocemente il nastro e osservate se ci sono tracce di colore su di esso. Se risultano tracce di colore, l’adesione non è sufficiente ed è necessario ricominciare.

Correggere i difetti della pelle durante la rifinizione

La rifinizione può essere applicata su pelli pieno fiore (nelle quali si può vedere la superficie naturale del pellame) o su pelli smerigliate. Le pelli smerigliate si ottengono tramite la carteggiatura di pelli pieno fiore con una macchina apposita. Vengono usati diversi tipi di carta vetrata a seconda del bisogno: ad esempio grana 180 per pelli di bassa qualità, 600 per pelli più belle. Questa operazione si effettua su pelli con molti difetti al fine di eliminarli, pertanto le pelli smerigliate hanno un valore inferiore. Per migliorare la qualità delle pelli, viene spesso applicato uno stucco. Questo stucco, chiamato Mender, si applica a spatola per coprire i difetti che lasciano un segno profondo sulle pelli. Quando sono asciutte, le pelli vengono poi smerigliate e rifinite.

Questa è la procedura normalmente utilizzata nelle concerie. Noi utilizzeremo lo stesso sistema per rinnovare la rifinizione delle pelli. Il tipo di smerigliatura effettuata sulle pelli consente un’ulteriore classificazione delle stesse:

  • PIENO FIORE: pelli non smerigliate
  • LEGGERMENTE SMERIGLIATO (SFIORATO): pelli smerigliate con carta fine. Il fiore in superficie è ancora parzialmente visibile.
  • SMERIGLIATO: pelli smerigliate in modo tale che il fiore non sia più visibile. Un disegno simile a quello originale viene poi ricostruito sulla pelle grazie alle operazioni di stampa.

Correggere i difetti della pelle durante la rifinizione

La rifinizione può essere applicata su pelli pieno fiore (nelle quali si può vedere la superficie naturale del pellame) o su pelli smerigliate. Le pelli smerigliate si ottengono tramite la carteggiatura di pelli pieno fiore con una macchina apposita. Vengono usati diversi tipi di carta vetrata a seconda del bisogno: ad esempio grana 180 per pelli di bassa qualità, 600 per pelli più belle. Questa operazione si effettua su pelli con molti difetti al fine di eliminarli, pertanto le pelli smerigliate hanno un valore inferiore. Per migliorare la qualità delle pelli, viene spesso applicato uno stucco. Questo stucco, chiamato Mender, si applica a spatola per coprire i difetti che lasciano un segno profondo sulle pelli. Quando sono asciutte, le pelli vengono poi smerigliate e rifinite.

Questa è la procedura normalmente utilizzata nelle concerie. Noi utilizzeremo lo stesso sistema per rinnovare la rifinizione delle pelli. Il tipo di smerigliatura effettuata sulle pelli consente un’ulteriore classificazione delle stesse:

  • PIENO FIORE: pelli non smerigliate
  • LEGGERMENTE SMERIGLIATO (SFIORATO): pelli smerigliate con carta fine. Il fiore in superficie è ancora parzialmente visibile.
  • SMERIGLIATO: pelli smerigliate in modo tale che il fiore non sia più visibile. Un disegno simile a quello originale viene poi ricostruito sulla pelle grazie alle operazioni di stampa.

L’importanza del reticolante Eco – Catalizzatore

Perché utilizzare i reticolanti?

Le attuali esigenze di mercato riguardanti la resistenza delle pelli rifinite (resistenza allo sfregamento a secco/a umido, all’abrasione ed alle flessioni), ci impongono l’uso di agenti reticolanti, aggiunti a fissativi all’acqua o al solvente, che accrescono incredibilmente le prestazioni e la resistenza delle pelli.

Cosa sono i reticolanti?

I reticolanti sono molecole in grado di costruire dei legami chimici tra le catene molecolari dei polimeri che costituiscono il film che ricopre la pelle.

Semplificando moltissimo per rendere la cosa più comprensibile, possiamo ipotizzare di vedere al microscopio le molecole ad esempio del nostro promotore di adesione senza reticolazione appoggiate sulla pelle e tenute insieme dalla semplice attrazione che esercitano una sull’altra.

L’importanza del reticolante Eco – Catalizzatore

Perché utilizzare i reticolanti?

Le attuali esigenze di mercato riguardanti la resistenza delle pelli rifinite (resistenza allo sfregamento a secco/a umido, all’abrasione ed alle flessioni), ci impongono l’uso di agenti reticolanti, aggiunti a fissativi all’acqua o al solvente, che accrescono incredibilmente le prestazioni e la resistenza delle pelli.

Cosa sono i reticolanti?

I reticolanti sono molecole in grado di costruire dei legami chimici tra le catene molecolari dei polimeri che costituiscono il film che ricopre la pelle.

Semplificando moltissimo per rendere la cosa più comprensibile, possiamo ipotizzare di vedere al microscopio le molecole ad esempio del nostro promotore di adesione senza reticolazione appoggiate sulla pelle e tenute insieme dalla semplice attrazione che esercitano una sull’altra.

Se invece aggiungiamo il reticolante al nostro prodotto prima di spruzzarlo, questo formerà dei ponti che ancorano le molecole del prodotto fra di loro ed alla pelle, aumentando molto la resistenza allo sfregamento

In termini più corretti, si crea un complesso tridimensionale che accresce in maniera esponenziale le proprietà meccaniche del film, come ad esempio la durezza di superficie e la resistenza alla flessione. Inoltre la reazione reticolante riduce o addirittura elimina i gruppi funzionali idrofili sensibili all’acqua all’interno della struttura polimerica, riducendo così notevolmente la sensibilità all’acqua delle pelli e aumentandone perciò la resistenza allo sfregamento ad umido.

Perché una miscela che contiene reticolante va usata entro 8 ore?

I reticolanti sono costituiti da molecole molto reattive, che iniziano a reagire non appena aggiunte ai prodotti, permettendo così di ottenere migliori risultati in minor tempo. D’altro canto però il prodotto al quale è stato aggiunto il reticolante va utilizzato entro breve tempo, di solito 8 ore, altrimenti la progressiva creazione dei ponti ne fa aumentare la viscosità fino a renderlo inutilizzabile.

Come vanno aggiunti i reticolanti alla miscela da spruzzare?

Il dosaggio e il modo in cui i reticolanti vengono aggiunti agli agenti fissativi o al promotore di adesione necessita di grande attenzione: vanno aggiunti lentamente e mescolando per impedire una reazione troppo veloce.

Un reticolante molto efficace e facile da usare è l’Eco Catalizzatore. Questo prodotto è particolarmente apprezzato per fissativi a base acquosa. Per un uso appropriato del prodotto, vi suggeriamo alcune semplici accorgimenti:

  • Eco Catalizzatore va aggiunto al fissativo al momento dell’utilizzo, in una quantità pari a circa il 7-8% del peso.
  • Versare il prodotto lentamente, mescolando bene in modo da ottenere una perfetta dispersione del reticolante nel fissativo. Eco Catalizzatore non necessita di pre-diluizione, quando mescolato ai fissativi, mentre va diluito molto se usato con Promotore di Adesione (vedere le istruzioni in seguito).

Dopo quanto tempo si completa il processo di reticolazione?

Una volta che la miscela è stata applicata sulla pelle e asciugata, l’azione dell’Eco Catalizzatore accrescerà gradualmente l’adesione o le resistenze della pelle, in particolare la resistenza allo sfregamento a secco e a umido. Questo processo si completa normalmente nell’arco di 48-72 ore.

Come vanno asciugate le pelli dopo l’applicazione di una miscela reticolata?

L’asciugatura delle pelli dopo l’applicazione di una miscela reticolata deve essere molto accurata, poiché il reticolante incorporato nel film di rifinizione e quindi applicato sulla pelle è molto sensibile all’umidità dell’aria.

Se le pelli vengono asciugate con un termosoffiatore dopo il fissaggio, tutto il reticolante applicato contribuisce a migliorare le caratteristiche fisiche delle pelli. Al contrario, se asciugate in maniera naturale (all’aria), le pelli avranno caratteristiche leggermente inferiori, dato che una parte del reticolante viene neutralizzata dall’umidità.

Tuttavia anche in questo caso, le pelli avranno caratteristiche comunque più avanzate rispetto ad altre sulle quali sia stato applicato un fissativo privo di reticolanti.

Sono consigliabili delle precauzioni usando i reticolanti?

In generale i reticolanti chimici vanno applicati seguendo alcune importanti precauzioni di sicurezza:

  • Evitare il contatto diretto con la pelle
  • Usare guanti di gomma impermeabili
  • Non respirare i vapori
  • Applicare il prodotto solo in aree ben ventilate, utilizzando possibilmente protezioni respiratorie

Se invece aggiungiamo il reticolante al nostro prodotto prima di spruzzarlo, questo formerà dei ponti che ancorano le molecole del prodotto fra di loro ed alla pelle, aumentando molto la resistenza allo sfregamento

In termini più corretti, si crea un complesso tridimensionale che accresce in maniera esponenziale le proprietà meccaniche del film, come ad esempio la durezza di superficie e la resistenza alla flessione. Inoltre la reazione reticolante riduce o addirittura elimina i gruppi funzionali idrofili sensibili all’acqua all’interno della struttura polimerica, riducendo così notevolmente la sensibilità all’acqua delle pelli e aumentandone perciò la resistenza allo sfregamento ad umido.

Perché una miscela che contiene reticolante va usata entro 8 ore?

I reticolanti sono costituiti da molecole molto reattive, che iniziano a reagire non appena aggiunte ai prodotti, permettendo così di ottenere migliori risultati in minor tempo. D’altro canto però il prodotto al quale è stato aggiunto il reticolante va utilizzato entro breve tempo, di solito 8 ore, altrimenti la progressiva creazione dei ponti ne fa aumentare la viscosità fino a renderlo inutilizzabile.

Come vanno aggiunti i reticolanti alla miscela da spruzzare?

Il dosaggio e il modo in cui i reticolanti vengono aggiunti agli agenti fissativi o al promotore di adesione necessita di grande attenzione: vanno aggiunti lentamente e mescolando per impedire una reazione troppo veloce.

Un reticolante molto efficace e facile da usare è l’Eco Catalizzatore. Questo prodotto è particolarmente apprezzato per fissativi a base acquosa. Per un uso appropriato del prodotto, vi suggeriamo alcune semplici accorgimenti:

  • Eco Catalizzatore va aggiunto al fissativo al momento dell’utilizzo, in una quantità pari a circa il 7-8% del peso.
  • Versare il prodotto lentamente, mescolando bene in modo da ottenere una perfetta dispersione del reticolante nel fissativo. Eco Catalizzatore non necessita di pre-diluizione, quando mescolato ai fissativi, mentre va diluito molto se usato con Promotore di Adesione (vedere le istruzioni in seguito).

Dopo quanto tempo si completa il processo di reticolazione?

Una volta che la miscela è stata applicata sulla pelle e asciugata, l’azione dell’Eco Catalizzatore accrescerà gradualmente l’adesione o le resistenze della pelle, in particolare la resistenza allo sfregamento a secco e a umido. Questo processo si completa normalmente nell’arco di 48-72 ore.

Come vanno asciugate le pelli dopo l’applicazione di una miscela reticolata?

L’asciugatura delle pelli dopo l’applicazione di una miscela reticolata deve essere molto accurata, poiché il reticolante incorporato nel film di rifinizione e quindi applicato sulla pelle è molto sensibile all’umidità dell’aria.

Se le pelli vengono asciugate con un termosoffiatore dopo il fissaggio, tutto il reticolante applicato contribuisce a migliorare le caratteristiche fisiche delle pelli. Al contrario, se asciugate in maniera naturale (all’aria), le pelli avranno caratteristiche leggermente inferiori, dato che una parte del reticolante viene neutralizzata dall’umidità.

Tuttavia anche in questo caso, le pelli avranno caratteristiche comunque più avanzate rispetto ad altre sulle quali sia stato applicato un fissativo privo di reticolanti.

Sono consigliabili delle precauzioni usando i reticolanti?

In generale i reticolanti chimici vanno applicati seguendo alcune importanti precauzioni di sicurezza:

  • Evitare il contatto diretto con la pelle
  • Usare guanti di gomma impermeabili
  • Non respirare i vapori
  • Applicare il prodotto solo in aree ben ventilate, utilizzando possibilmente protezioni respiratorie

Contattaci

Per qualsiasi necessità è possibile inviare una mail ad info@fenice.care
oppure utilizzare il modulo sottostante

Contattaci

Per qualsiasi necessità è possibile inviare una mail ad info@fenice.care
oppure utilizzare il modulo sottostante